Risotto al nero di seppia e cozze nel cestino di pane

Risotto al nero di seppia e cozze nel cestino di pane

Risotto al nero di seppia e cozze nel cestino di pane

Una ricetta antica e ricca di curiosità, un piatto magico che porta in tavola il sapore del mare e lo colora di “mistero”: il risotto al nero di seppia e cozze è un primo ricercato e genuino.

Ideale per allietare i palati e sorprendere i propri ospiti che, certamente, non potranno fare altro che gradire un primo eccezionalmente preparato, nel pieno rispetto delle regole d’oro della tradizione.

È il Mar Mediterraneo a custodire i segreti del successo di questa ricetta gustosissima e davvero antica: a dare i natali al risotto al nero di seppia sono state le sponde della Croazia, quando il paese era dominato da Venezia.

Il “tocco” italiano ha reso questo piatto uno dei simboli della nostra cucina nazionale: la sua straordinaria e capillare diffusione, infatti, è partita proprio dal Veneto per incontrare poi fortuna in tutto il continente europeo.

Il sapore del Mar Mediterraneo, però, ha varcato ogni confine, tanto è vero che il “risotto nero”, ormai, è apprezzatissimo in tutto il mondo.

A dare il tradizionale colore scuro al piatto è, appunto, il nero di seppia: si tratta di una sacchetta di “inchiostro” che i molluschi usano generalmente per difendersi dai predatori. Infatti, proprio procedendo alla pulizia delle seppie, si dovrà aver cura di mettere da parte questo gustoso liquido nero e conservarlo per la preparazione del primo a base di seppie e cozze.

Se poi si ha la necessità di stupire e lasciare letteralmente senza parole i commensali, basterà servire il risotto in un piatto speciale: quello realizzato in un cestino di pane.

Non si sporca nulla e si ha totale garanzia che i sapori risulteranno perfettamente armonizzati.

Siete pronti per l’effetto sorpresa?

Scopriamo insieme tutte le curiosità sul risotto al nero di seppia e cozze nel cestino di pane.

 

Risotto al nero di seppia e cozze: le origini umili della prelibatezza

 

È doveroso fare presente, prima di addentrarci nel vivo del procedimento per la preparazione, che il risotto al nero di seppia e cozze, in origine, era un piatto considerato tanto umile quanto prelibato.

Si usava mangiarlo davvero molto spesso, proprio perché per la sua realizzazione veniva utilizzata ogni parte della seppia e lo scarto di pesce era praticamente nullo.

Rispetto al passato, questo primo è oggi considerato particolarmente ricercato e raffinato, servito il più delle volte per pranzi e cene importanti.

Questo però non deve assolutamente trarre in inganno: la tradizione più antica vuole che il risotto al nero di seppia e cozze venga preparato anche nelle occasioni informali. In famiglia, tra amici o in coppia poco importa: è sempre un primo genuino e … da leccarsi i baffi, nel vero senso della parola!

In più, mangiare questo piatto crea una grandissima sintonia tra i commensali e contribuisce a far divertire. Non ci credete?

Provate a sorridere dopo qualche boccone! Le risate sono assicurate, tanto quanto il suo sapore straordinario!

È arrivato il momento di scoprire insieme tutti i segreti che, se concretizzati in buone pratiche culinarie, trasformano questo piatto da sogno in realtà!

Ed allora … via libera alle emozioni in cucina: ecco tutti i consigli per un riso al nero di seppia e cozze nel cestino di pane perfetto per ogni occasione!

 

Risotto al nero di seppia e cozze: la preparazione

Premettendo che il procedimento richiede del tempo e molta pazienza, è anche vero che non è assolutamente difficile.

La prima cosa da preparare è il condimento al nero di seppia e solo alla fine bisognerà aggiungere le cozze, dato che hanno un tempo ed un procedimento di cottura diverso rispetto agli altri molluschi.

Le dosi che riportiamo di seguito rappresentano le quantità perfette per la realizzazione di due porzioni abbondanti. Ed allora, si parte: non resta che armarsi di passione e preparare il risotto al nero di seppia e cozze!

 

 

Risotto al nero di seppia e cozze: la prelibatezza è servita

La preparazione che indichiamo è quella con gli ingredienti freschi ma potete anche utilizzare il nero di seppia venduto in bustine ed acquistabile in qualsiasi supermercato.

 

  • Ingredienti
  • 160 gr di riso
  • 300 gr di cozze
  • 300 gr di seppie
  • 1 spicchio di aglio
  • ½ cipolla
  • Sale *
  • Olio extravergine di oliva*
  • 400 ml di brodo di pesce
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Prezzemolo (Se gradito)

 

*Da intendersi q.b.

 

  • Preparazione in step

 

  • Pulire le seppie, avendo cura di privarle del sacchetto contenente il nero che dovrà rimanere intatto. Sciacquarle per bene tagliare a striscioline;
  • Lavare le cozze e privarle del bisso. Metterle in una pentola con aglio e olio e lasciare cuocere fino a quando non si apriranno;
  • Preparare del brodo di pesce o utilizzare quello già pronto;
  • In una pentola, soffriggere l’olio con la cipolla per qualche secondo e aggiungere le seppie tagliate, avendo cura di mescolare spesso e di lasciar cuocere per circa un quarto d’ora.
  • Aggiungere il riso al condimento a base di seppie e lasciare tostare per qualche minuto;
  • Aggiungere il brodo di pesce di volta in volta e continuare a mescolare energicamente fino a quando non sarà completamente evaporato ed il riso sarà quasi cotto;
  • A questo punto, si dovrà ultimare la cottura aggiungendo il nero di seppia e le cozze preparate precedentemente, mettendone da parte qualcuna in guscio per la guarnizione del cestino di pane;
  • Quando sarà pronto, servire il riso al nero di seppia e cozze nel cestino di pane dopo averlo decorato con qualche altra cozza;
  • Servire ancora caldo aggiungendo del prezzemolo tritato;

 

Ed ecco a voi la sorpresa: il risotto al nero di seppia e cozze nel cestino di pane è pronto per essere gustato e per creare un’esplosione di vere emozioni in tavola!

Con l’acquolina in bocca … non resta che augurare “Buon appetito”!

Risotto al nero di seppia e cozze nel cestino di pane

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi